CONTRATTO TRASFORMATIVO CARE-CRUI 2023-2027

L’Ateneo di Messina ha aderito al contratto pluriennale di tipo “Publish & Readnegoziato da CARE CRUI.

Oltre all’accesso ai contenuti delle 2.300 riviste elettroniche della Freedom Collection disponibili nella piattaforma SCIENCE DIRECT (“Read”), il contratto prevede la possibilità, per gli autori delle Istituzioni aderenti, di pubblicare senza costi a loro carico articoli scientifici ad accesso aperto sulle riviste ibride della Freedom Collection in tutti quei casi in cui, nella veste di corresponding authors, scelgano di optare per tale modalità di pubblicazione (“Publish”).

L’opzione di pubblicazione open access potrà essere esercitata dagli autori affiliati all’Ateneo dopo l’accettazione dell’articolo.

OPEN ACCESS IBRIDO – Riviste disponibili per la pubblicazione

Per gli autori affiliati sono disponibili per la pubblicazione senza costi a loro carico (APCs) 1.814 riviste ibride.

Il contratto prevede per gli anni 2023 e 2024 un tetto massimo di pubblicazioni in Open Access disponibili per le sedi aderenti senza una ripartizione a monte tra gli enti; nei restanti tre anni di contratto il numero di pubblicazioni disponibili sarà invece illimitato, come riportato nella tabella che segue:

Anno20232024202520262027
Numero di articoli OA disponibili8.4968.796illimitatoillimitatoillimitato

OPEN ACCESS GOLD – PROGETTO PILOTA 2023-2024 PER LA PUBBLICAZIONE SU RIVISTE FULL OA

Il contratto include un progetto pilota per gli anni 2023 e 2024 per la pubblicazione ad accesso aperto e senza costi per gli autori su 605 riviste di Gold Open Access dell’editore.

Per il workflow di pubblicazione su riviste ibride e Open Access sarà utilizzata la Elsevier OA Platform (EOAP)

Gli articoli saranno pubblicati con licenza CC BY 4.0. (predefinita) o CC BY NC ND 4.0., ma in questa seconda ipotesi l’editore richiede la cessione dei diritti di commercializzazione.

Recupero del pregresso e conversione in Open Access

Il contratto è in vigore dal 1 gennaio 2023 anche se la stipula ufficiale dell’accordo avverrà nei prossimi mesi. Dopo la firma del contratto tutti gli articoli pubblicati non ad accesso aperto dalla data del 1 gennaio 2023 su riviste ibride e per contratto “eleggibili” potranno essere convertiti ad accesso aperto.

Per gli articoli pubblicati nello stesso periodo in Open Access, con il pagamento di APCs, sulle riviste ibride e Gold sopra elencate, è previsto il rimborso agli autori dei costi di pubblicazione sostenuti.

PUBLISHING OPTIONS

ELSEVIER OPEN ACCESS PLATFORM: fixed quantity agreements

ELSEVIER OPEN ACCESS PLATFORM: pre-paid deposit agreements

Per tutte le informazioni utili contattare la Sede centrale del Sistema Bibliotecario di Ateneo <cab@unime.it> e consultare le pagine informative di seguito riportate.

Raccomandazioni

Si consiglia agli autori di porre attenzione ad una serie di passaggi importanti previsti dal contratto:
  1. Corresponding author: la scelta di pubblicare ad accesso aperto è da contratto attribuita esclusivamente al corresponding author dell’articolo proposto per la pubblicazione;
  2. Affiliazione: in fase di submission dell’articolo selezionare Università di Messina  come istituzione di affiliazione;
  3. E-mail istituzionale: utilizzare l’indirizzo istituzionale standard nome.cognome@unime.it, evitando indirizzi e-mail con sottodomini dipartimentali, di altre istituzioni o privati;
  4. Le condizioni di cui ai punti 1-3 devono essere soddisfatte al momento della presentazione dell’articolo;
L’autore ha facoltà di scegliere se pubblicare ad accesso aperto ed effettua tale scelta dopo aver ricevuto la comunicazione di accettazione dell’articolo per la pubblicazione. L’Ateneo raccomanda agli autori UniME  la pubblicazione ad accesso aperto. Il Sistema Bibliotecario di Ateneo è a disposizione degli autori per ogni richiesta di informazioni e chiarimenti. Contatto: cab@unime.it.

Chi ha diritto a pubblicare ad accesso aperto con il contratto trasformativo?

Possono pubblicare ad accesso aperto tutti gli autori istituzionali UniME (“eligible authors”) che siano corresponding author dell’articolo proposto per la pubblicazione.

Nei casi di articoli con più coautori e con il corresponding author di altro Ateneo, si consiglia di verificare se l’istituzione di appartenenza del corresponding author sia inclusa tra gli enti aderenti al contratto trasformativo negoziato dalla CRUI  o comunque a contratti trasformativi stipulati in altri paesi.

Se un autore uniME è titolare di un finanziamento/grant che preveda l’obbligo di rendicontare la spesa per l’accesso aperto, si consiglia di mettersi in contatto con la sede centrale del Sistema Bibliotecario di Ateneo  cab@unime.it

Si precisa, infine, che non possono avvalersi della opportunità di pubblicazione ad accesso aperto i docenti a contratto, i docenti in convenzione perchè afferenti ad altra istituzione e il Personale esterno in rapporto di collaborazione professionale.

Su quali riviste si può pubblicare ad accesso aperto?

La pubblicazione ad accesso aperto è possibile su tutte le riviste ibride “Core hybrid journals” incluse nella collezione Freedom Collection, ovvero su riviste “chiuse” accessibili con abbonamento ma sulle quali l’editore prevede l’opzione di pubblicazione di singoli articoli ad accesso aperto con pagamento di APCs.

Per gli anni 2023-2024 è garantita la pubblicazione ad accesso aperto senza costi per gli autori anche su 605 riviste Gold Open Access.

Il corresponding author sceglie di pubblicare ad accesso aperto il proprio lavoro accettato dall’editore utilizzando il proprio indirizzo istituzionale.

L’editore, al momento dell’accettazione dell’articolo, notificherà agli autori UniME l’opzione di pubblicazione ad accesso aperto con mantenimento del copyright e senza costi di pubblicazione, perchè inclusi nella spesa sostenuta centralmente dall’Ateneo.

Elenco completo delle riviste ibride sulle quali è possibile da contratto pubblicare ad accesso aperto.

Collezioni e titoli esclusi dalla pubblicazione ad accesso aperto:

  • le riviste della collezione Clinics;
  • la collezione di titoli ibridi di The Lancet;
  • intorno a 300 titoli definiti “non eleggibili” poiché non prevedono la pubblicazione in OA5 o poiché la pubblicazione OA è supportata da enti di ricerca o governativi (ad es. titoli SCOAP o Diamond).

Sono escluse anche per l’Università di Messina le riviste Cell Press poiché non in abbonamento.

Tipologie di articoli ammesse e copyright

Da contratto, sono considerati articoli idonei per la pubblicazione ad accesso aperto gli original papers, i review articles e i Case Report.

Dal 1 gennaio 2025, in coincidenza con la possibilità di pubblicazione di un numero illimitato di articoli, sarà anche ammessa la pubblicazione open access delle Short Communications.

Sono escluse le altre tipologie di contributi.

L’autore mantiene tutti i diritti sugli articoli pubblicati ad accesso aperto che sono rilasciati con licenza CC-BY 4.0.  Gli autori potranno scegliere di utilizzare anche la licenza CC BY NC ND 4.0. In questa ipotesi, tuttavia, gli autori dovranno cedere all’editore i diritti di commercializzazione e, pertanto, se ne sconsiglia l’utilizzo.

Gli autori potranno depositare immediatamente ad accesso aperto nell’Archivio istituzionale IRIS gli articoli pubblicati con il contratto trasformativo.